Claudio Morbo

Ha studiato composizione, musica corale e direzione di coro con F. Prestia e I. Fedele diplomandosi presso i conservatori di Torino e Milano. Si è poi perfezionato con A. Corghi e F. Donatoni.

Successivamente ha studiato direzione d’orchestra: a Milano con G. Bellini e a Roma con N. Samale. Si è quindi perfezionato a Vienna e a Szeged (Ungheria) con E. Acel.

Ha vinto e ottenuto riconoscimenti in importanti concorsi internazionali di composizione. Ha iniziato a lavorare nei teatri d’opera come assistente di F. Prestia, e poi di E Acel svolgendo tutte le mansioni: maestro di sala, maestro di palcoscenico, maestro del coro, assistente, fino a debuttare, come direttore, con “La serva padrona”.

Ha lavorato in Italia e all’estero dirigendo regolarmente orchestre come: Orchestra Sinfonica di Szeged, Orchestra della Provincia di Lecco, Orchestra “Bruni” di Cuneo, Orchestra “G. Bizet” di Roma, Piccola Orchestra Italiana di Parma, Nador Chamber Orchestra di Budapest, Euphon Ensemble di Torino, Orch “G:F:Ghedini” di Cuneo, “Carissimi” di Roma.

Nel ’92 è stato chiamato a collaborare dai festival internazionali di Santander e Peralada (Spagna).

Nel ’97 ha registrato un CD dirigendo l’orchestra “Camerata Ducale” in due concerti di G. B. Viotti.

E’ attivo sia nel repertorio sinfonico-operistico, che in quello contemporaneo e ha diretto prime esecuzioni di importanti compositori contemporanei.

E’ direttore, nonché docente di composizione ed esercitazioni orchestrali presso l’Istituto Musicale “Corelli” di Pinerolo.

Dal 2000 è direttore musicale del festival lirico estivo di Fenestrelle, dove ha diretto prestigiosi allestimenti delle principali opere di repertorio, da Bohème a Pagliacci, da Suor Angelica a Le Nozze di Figaro nel suggestivo scenario del Forte di Finestrelle.

Nel 2005 è stato direttore musicale del festival lirico di S. Marino, dirigendo Tosca, Trovatore e L’Elisir D’amore.

Tiene regolarmente corsi di perfezionamento sull’opera italiana all’estero, in particolare a Stoccolma e Budapest.